Progetti comuni di sviluppo. Vogliamo partire dalla Valle d'Aosta? Cosa serve?

Ultimi articoli
Newsletter

Aosta | Muoviamo l'economia

Progetti comuni di sviluppo. Vogliamo
partire dalla Valle d'Aosta? Cosa serve?

Un progetto utile per sé ed anche per qualche parte dell'ambiente

di Aldo Carpineti

Aosta prospettiva piazza Chanoux
Aosta prospettiva piazza Chanoux

Si parte da un caso concreto. Un incarico utile per sviluppare il proprio business sia esso tradizionale o innovativo. Un investimento minimo in termini economici quantificabile di volta in volta per permettermi di cominciare a muovermi e vagliare ogni possibilità utile di reale procedimento.

Augusta Praetoria, Aosta romana
Augusta Praetoria, Aosta romana

Chiaro ovvio e giustificato che il primo protagonista della vicenda voglia un utile per sé. Questo è certamente il punto di partenza sul quale verranno poi sviluppate conseguenti articolate idee, progetti, piani personali o comuni con altri. Questa la base che dà senso ad un compenso in termini monetari, è anche occasione di movimento di realtà economiche che oggi stagnano in ogni situazione. Non c'è proprio modo di uscirne? Vi chiediamo se vogliate essere voi gli antesignani, quelli che in maniera concordata elaborano e conducono ad inizio e a passi successivi una concreta iniziativa volta al progresso. 

Iniziative a Courmayeur (qui tipo trekking)
Iniziative a Courmayeur (qui tipo trekking)

Non mancano occcasioni per individuare fini sociali, vengono da sé come conseguenza logica di ogni ipotesi di partenza utile. Diversificare le situazioni, le condizioni di partenza, economiche e di fatto, porta naturali conseguenze di diverso segno e matrice. Quel che è in questo momento auspicabile è un fulcro iniziale, un momento che sia di uno e diventi di tanti. Scaturigine di conseguenze utili in qualsivoglia direzione. 

Val Veny Notre Dame de la Guerison e Monte Bianco
Val Veny Notre Dame de la Guerison e Monte Bianco

Sono stato in questi giorni in zona turistica del Piemonte, giorni utili se non altro per mettere a punto idee di presupposti necessari. Il punto di partenza può avere tante fisionomie, io ne propongo una. Aperto ventaglio a chiunque. Spero di non trovare ostacoli e barriere artificiali non esistenti nel contesto iniziale ma create volontariamente e consapevolmente da qualcuno. Chi limiti reali occasioni di progresso sociale attraverso azioni contrarie è uno scemo, definizione già abbastanza generosa.

Un Coworking in Aosta città oppure in località (esempio Courmayeur, Cervinia o Saint Vincent...) che sia frequente transito o soggiorno a termine di professionisti e persone d'azienda o comunque collegate al mondo della produzione e dei servizi. Un luogo di lavoro che abbia le caratteristiche tecniche ed ambientali migliori per ospitare chi cerchi i modi di un ufficio o studio senza volersi impegnare in un affitto stabile o un acquisto.

Uno spazio di 100/140 metri quadri oppure due stanze di metà quadratura ciascuna, la prospettiva di stabile destinazione a Coworking con la posa di 8/10 scrivanie completamente attrezzate e, contemporaneamente, la possibiltà di trasformare la sala, concepita in arredamento leggero e facilmente modificabile, in modo da renderla utile a eventi di varia natura, siano essi culturali, letterari, musicali, aziendali o comunque collegati al mondo del lavoro (formazione, conferenze, convention in termini numerici adeguati alle dimensioni del luogo). Un'idea capace di dare vita ad un intero ambiente geografico e sociale (anche periferico), di renderlo attivo e vivace suscitando la frequentazione, la presenza, il passeggio, lo shopping, la curiosità di molti. Ed anche la conseguente installazione nella zona di servizi ristorativi, logistici e, in ogni caso, di supporto. Una crescente rivalutazione economica che diventa movimento in termini sociali, culturali, di quotidiana realtà e concreto fermento in tante direzioni proficue. Un appello a chi veda sviluppi in qualsiasi modo. 

Quella espressa è un'idea. Ce ne possono essere tante, esprimetele se vi aggrada, e mettiamole sul tappeto di una comune conversazione per poterne fare realizzazione utile in termini economici e di benessere per ognuno di noi ed in termini collettivi. Si aspetta una vostra mossa, indispensabile. Nei modi (gestionali o puramente finanziatori) di partecipazione anche parziale all'idea del Coworking oppure propositiva di caratteristiche diverse ed originali.

Il mio numero di telefono è 3343323181 email aldocarpineti49@gmail.com

Vi aspetto. Valle d'Aosta può essere tanto... 

(cliccare sulle foto per ingrandirle)

Venerdì 13 gennaio 2023

© Riproduzione riservata

299 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: