Ripropongo qui i contenuti di un mio vecchio articolo, il Parroco di Ollomont

Ultimi articoli
Newsletter

Ollomont | allora su reteluna genova

Ripropongo qui i contenuti di un mio
vecchio articolo, il Parroco di Ollomont

Datato 22 gennaio 2020 riprende attualità ora con Reteluna Aosta

di Aldo Carpineti

Ollomont
Ollomont
Ollomont e il Mont Velan
Ollomont e il Mont Velan
Ollomont fondovalle Glacier con Mont Gelé
Ollomont fondovalle Glacier con Mont Gelé
Parte della nostra Compagine a Ollomont
Parte della nostra Compagine a Ollomont
Altra parte della Compagine
Altra parte della Compagine

Potevo avere press’a poco dodici anni o tredici anni e trascorrevo le vacanze estive a Ollomont in Val d’Aosta. Affittavamo, con i miei, una casa fuori paese molto molto rustica, a fianco a noi una famiglia di amici genovesi in una disposizione delle abitazioni che oggi si definirebbe a schiera: verso ponente la loro casa, a levante la nostra, ma concomitanti attraverso un muro centrale. Classica vita di montagna, poca gente da vedere durante il giorno, latte appena munto e bollito al mattino, ravioli fatti in casa dalla signora a fianco e divorati in una tavolata da nove persone una o due volte per stagione, canasta tutti insieme quasi ogni sera; la grolla dell’amicizia dovevo ancora scoprirla, per quel mondo avrebbe rappresentato qualcosa di troppo sofisticato.

Avevamo l’abitudine di andare a messa la domenica. Il parroco di Ollomont era un personaggio. Molto rustico anche lui, ma di una intelligenza ed una simpatia raffinata, voce baritonale e sgranata, un tipo come se ne incontrano pochi per spontaneità e immediatezza.

Ricordo bene, a quasi sessanta anni di distanza, i concetti che il sacerdote ci trasmise in una sua predica. Commentava la parabola di un debitore, preoccupato dalla entità dei suoi debiti, difficilissimi da saldare. Il contabile del signore che vantava crediti, interpellato dal poveretto, rispose: Semplice, io ho i documenti contabili di ogni debito e credito, quanto devi? 100? bene, cancelliamo e ci mettiamo 50. Quanto devi, 1000? Cancelliamo e ci mettiamo 500. Abbiamo risolto, ti pare?

Il parroco ci spiegò: se sarai intelligente e furbo nel fare il bene come lo sono quelli che fanno il male, vedrai che le cose andranno per il meglio. Usciti dalla chiesa, mia mamma commentò: Non avevo mai capito bene questa parabola, il parroco di Ollomont me la ha resa chiara. 

(cliccare sulle foto per ingrandirle) 

Venerdì 21 ottobre 2022

© Riproduzione riservata

226 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: